Skip to content

Boroli

11/03/2010

The Borolis are a piedmontese family who have been in business in the region – first in textiles, then editorial, and now in winegrowing – since 1831.
In the 1990’s, Silavano ed Elena Boroli felt the need to extend their interest and endeavours.

They wanted something that would bring them closer to nature and away from the demands of the contemporary business world.
As Piedmontese, the choice was almost an obligation: making wine in Langa. A passion transformed into work. What could be better?
Wine production isn’t the easiest work it’s consuming, subject to nature, and success can’t always be predicted. But it’s exactly for these reasons that success in this area can give great satisfaction.
In 2000 Achille, the third of the four Boroli sons entered the family wine business.

The culture of wine, includes many things besides the wine itself. In the Boroli’s case, quality is always the common denominator, in their role as wine producers as well as the product itself.

The farm director is the oenologist Enzo Alluvione, assisted by his son Daniele for the vineyards and by Achille Boroli for the marketing and selling. The farm consultant is the oenologist Beppe Caviola. The vines grown are nebbiolo, barbera, merlot, cabernet, sauvignon, dolcetto, white moscato and chardonnay, following the guiot standard of vine raising.
5,000-7,000 kilograms of grapes are produced per hectare, with an average of 1,5 kilos per vinestock and a density of around 4,000 vinestocks per hectare.

Cascina Bompè
The history of this magical place is interesting: the Celts who inhabited the area since the 4th century AD worshipped amongst others “Como”, the god of feasts; the Romans arrived during the first century AD and the name “Como” came to mean a procession of young dancers in honours of the wine god Bacchus…

Cascina La Brunella

This farm is situated in the municipality of Castiglione Falletto, at the heart of Barolo country, in a very panoramic hilly position, at a height of 318 metres above sea level. The property is made up of around 10 hectares. The soil is mainly a medium loamy chalk with sand veins with an east to south, south-westerly exposure and west exposure.

Boroli Piemonte, radici profonde.

“Una famiglia piemontese, imprenditori dal 1831. Prima nel tessile, poi nell’editoria, ora anche nella vitinicoltura.

Negli anni novanta Silvano ed Elena Boroli sentono la necessità di intraprendere qualcosa di nuovo, qualcosa che riavvicini alla natura, fuori dai ritmi forsennati della vita di oggi.
Per un piemontese la scelta era quasi obbligata: il vino in Langa. Una passione che si trasforma in lavoro.
Cosa di meglio?
Un lavoro difficile, impegnativo, i cui risultati non si ottengono mai per caso. Ma proprio per questo di grande soddisfazione.
Nel 2000 entra in azienda Achille, il terzo di quattro figli.
La cultura e il vino, tante cose in comune, innanzitutto qualità. La qualità totale, sempre e comunque.”

Achille Boroli è il titolare dell’Azienda, mentre il direttore operativo è l’enologo Enzo Alluvione, coadiuvato dal figlio Daniele per le vigne. Consulente esterno è l’enologo Beppe Caviola. Il tipo di terreno è in prevalenza argilloso calcareo di medio impasto, ad una altitudine compresa tra i 300 e 400 metri, con esposizione ad est, sud e ovest.

Sono coltivati i vitigni nebbiolo, barbera, merlot, arneis, dolcetto, moscato bianco e chardonnay, con il criterio di allevamento Guiot. Vengono mediamente prodotti 50-70 quintali di uve per ettaro, con una media di 1,5 chili per ceppo e una densità di circa 4.000 ceppi per ettaro.

Cascina Bompè

L’azienda Boroli è formata da due splendide cascine: Cascina Bompè e La Brunella. Cascina Bompè è situata nella località “Madonna di Como”, a un’altezza di 422 metri s.l.m. e  dista soli 5 chilometri dal centro di Alba. Dell’azienda fa parte il cru “Madonna di Como”, il più importante e storico Dolcetto d’Alba.

La Brunella

La Brunella è situata nel Comune di Castiglione Falletto, cuore del Barolo, in una posizione collinare molto panoramica, a un’altezza di 318 metri s.l.m.
Nella zona si trovano famosi cru storici del Barolo, tra cui il Villero, di proprietà della cascina.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: